giornalisti

Senza pudore: Facebook si preoccupa per la “libertà d’espressione”

1.047 visualizzazioni

Leggere che Facebook si preoccupa della libertà d’espressione è una di quelle notizie che fa sobbalzare. Proprio Facebook che ha disattivato profili di intellettuali, storici e giornalisti; che ha cancellato pagine di movimenti, associazioni, partiti, archivi storici. Proprio loro che (insieme a Instagram) sono protagonisti di una vera e propria “caccia alle streghe” con l’attivazione

Serena Scorzoni: «Questa svolta tecnologica ci impone un ripensamento del nostro lavoro»

5.030 visualizzazioni

Dopo la laurea in Lingue e Letterature Straniere presso l’Università degli Studi di Perugia, Serena Scorzoni ha frequentato la Scuola di Giornalismo Rai a Perugia, poi un’importante esperienza al Tgr Umbria e, infine, l’approdo a Rai News 24, dove si è da subito distinta per il suo stile istituzionale ed empatico al tempo stesso, riflettendo

La crisi di governo? Ve la facciamo raccontare da un robot

1.259 visualizzazioni

Un sistema di intelligenza artificiale in grado di scrivere autonomamente storie e articoli. Ne stiamo parlando da ormai diverse settimane nel corso della serie di interviste sul futuro del giornalismo in cui, tra le 10 domande che stiamo rivolgendo ad alcuni dei più autorevoli giornalisti italiani e non, c’è appunto quella relativa alle prospettive del

Augusto Grandi: «Un giornalismo robotizzato porterà a una informazione banalizzata»

2.372 visualizzazioni

Torinese, classe 1956, dopo una trentennale esperienza al Sole 24 Ore, oggi dirige il quotidiano online Electomag e conduce una trasmissione radiofonica sull’emittente web del gruppo. Ha iniziato la sua attività come fotografo in un settimanale locale del torinese, cui sono seguite esperienze giornalistiche in radio e periodici sindacali, fino alla responsabilità delle pagine economiche

Luisella Costamagna: «A molti giornalisti manca l’indipendenza dal potere»

2.106 visualizzazioni

Quello di Luisella Costamagna è un cursus honorum di assoluto rilievo che, a livello didattico, potrebbe essere tranquillamente utilizzato come case history di giornalismo crossmediale capace, cioè, di comunicare efficacemente attraverso diversi mezzi di comunicazione per diffondere un messaggio che, nel suo caso, molto spesso è una notizia o un’opinione riguardo a un tema di

Orwell.live vorrebbe inviarti notifiche push per tenerti aggiornato sugli ultimi articoli