Cultura

Pensiero critico: Paul Kirchhof

49 visualizzazioni

Paul Kirchhof è nato il 21 febbraio 1943 a Osnaubrüch in Westfalia, giurista, esperto di diritto tributario, professore universitario, membro della Pontificia Accademia delle Scienze Sociali, già giudice costituzionale, consulente di Angela Merkel , politicamente e culturalmente è un conservatore non amato dai socialdemocratici, al punto che l’allora cancelliere Gerhard Schroeder, lo derise definendolo “quel

Gli “invisibili”: i film scomodi censurati dal politicamente corretto

/
1.116 visualizzazioni

Da qualche settimana c’è un film che, a sorpresa sta ottenendo un successo più che discreto. Ha superato i 4 milioni di euro di incassi e ha avuto una media di spettatori per sala superiore anche a “Tolo Tolo”, la pellicola di Zalone-Virzì sui migranti che voleva fare il record assoluto e che pare, invece,

Marcello Veneziani: «Ecco come si reagisce al declino»

/
804 visualizzazioni

Atteso da mesi, annunciato da pochi, è in distribuzione da oggi “Dispera bene. Manuale di consolazione e resistenza al declino”, l’ultimo libro di Marcello Veneziani (Marsilio Editori). Un saggio snello (160 pagine) ma denso di pensieri e di riflessioni, scritto con quello stile leggero, a volte allegorico, sempre brillante che Veneziani eredita dalla sua attività

Addio a Giovanni Cantoni uomo d’azione e di pensiero

468 visualizzazioni

Il 18 gennaio ha concluso il suo cammino terreno Giovanni Cantoni e ieri, nella chiesa di Sant’Antonino, a Piacenza, città dove era nato il 23 settembre 1938, il vescovo Gianni Ambrosio ne ha celebrato le esequie in presenza di una vasta e commossa folla di parenti e amici venuti da tutta Italia. Ai più il

Pensiero Critico: Douglas Murray

285 visualizzazioni

Nel mondo anglosassone, il quarantunenne filosofo Douglas Kear Murray (nato il 16 luglio 1979) si è guadagnata una meritata fama tra gli analisti studiando il neoconservatorismo, quando furoreggiava negli Stati Uniti, al tempo di George W. Bush. Si trattava di un pasticcio piuttosto ambiguo, egemonizzato ideologicamente da studiosi post-marxisti, “molestatori” del progressismo di Berkeley che

Pensiero critico: Panfilo Gentile

2.643 visualizzazioni

Negli ultimi decenni la partitocrazia ha assunto forme diverse, ma uguali sono state le modalità in cui si è espressa: l’occupazione del potere e della vita pubblica da parte delle forze politiche che, in tal modo, hanno travalicato i loro compiti istituzionali. Fenomeno tutt’altro che nuovo denunciato nella seconda metà dell’Ottocento, tra gli altri, da

“Neo Geo” il nuovo album di Skoll

762 visualizzazioni

Skoll non è un autore “commerciale” e difficilmente si potrebbe affrontare la sua musica prescindendo dalle tematiche che ama affrontare. Nella lunga discografia di questo artista (una quindicina di produzioni in vent’anni di attività), il nuovo album, Neo Geo, rappresenta un’evoluzione tanto nella sostanza musicale quanto nei messaggi lanciati. «Il rock, come siamo abituati a

Pensiero critico: Werner Sombart

483 visualizzazioni

Werner Sombart (1863-1941) è stato uno dei fondatori della moderna sociologia. Tra i suoi contemporanei è almeno pari (nonostante in molti lo neghino) a Max Weber e a Ferdinand Tönnies. Ma anche Roberto Michels (tedesco di nascita, italiano per scelta) non è stato da meno rispetto alla geniale triade nel campo della sociologia politica. La

Pensiero critico: Emil Cioran

413 visualizzazioni

Emil Cioran (1911-1995) è il più grande scrittore francese di origine non francese (è nato a Rasinari, in Romania) del Novecento. L’ultima prova, Una segreta complicità, (le lettere scambiate con Mircea Eliade dal 1933 al 1983, ed. Adelphi), lo conferma.      Il suo rumeno sembra essere traslato nella lingua di Montaigne con una naturalezza che lascia

Pensiero critico: Eduard Limonov

561 visualizzazioni

«Il carcere per me è stato come un monastero. A me è piaciuto starci, è un luogo in cui l’uomo si incontra con il caos ultraterreno. In carcere sono diventato più intelligente e saggio. C’erano persone che ogni giorno facevano un segno sul muro, contavano i giorni per uscire. Io ho avuto un altro approccio,

1 2 3 6

Orwell.live vorrebbe inviarti notifiche push per tenerti aggiornato sugli ultimi articoli