Nek: «Red Ronnie direttore artistico di Sanremo». Online la petizione

tempo di lettura: 2 minuti

Con un tweet postato sul suo profilo ufficiale, Nek prende posizione riguardo alle polemiche che quest’anno più che mai travolgono quello che per definizione dovrebbe essere “il festival della canzone italiana” e che, invece, offre il suo prestigiossisimo palcoscenico alla legittimazione di pseudoartitsti fomentatori di odio e ignoranza. Quindi, dopo essere intervenuto a gran voce chiedendo che si facesse luce sui terribili fatti di Bibbiano, Nek dimostra un’altra volta di non avere paura di esprimere il proprio pensiero, rilanciando la pezione online intitolata “Red Ronnie direttore artistico-conduttore Sanremo 2021”, il cui testo introduttivo è chiarissimo in merito al perché i promotori chiedano a gran voce che il “Barone Rosso” sostituisca Amadeus:

Dopo le deludenti conduzioni delle ultime edizioni del festival di Sanremo vorremmo come direttore artistico/conduttore RED RONNIE il “Wikipedia” della Musica Italiana e Internazionale sul palco di uno dei festival musicali più importanti del mondo.
Solo la conoscenza reale del panorama musicale può avvicinare tutti noi ad una sana competizione meritocratica e non diretta dalle case di produzione.
Chiediamo che emerga la qualità della musica italiana!
Chiediamo che la conoscenza musicale spinga masse di gente ad innamorarsi del festival troppo spesso deriso per scelte non all’altezza!
Il Festival ne guadagnerebbe in qualità musicale, competenza, libertà artistica.
Chiediamo la meritocrazia!
Chiediamo la cultura musicale!
Chiediamo musiche sane!
RED RONNIE è l’unica persona in Italia che può fare la differenza per le sue conoscenze musicali.
#iovotored

 

 

Le parole di Red Ronnie

Lo stesso Red Ronnie in questi giorni sta contestando duramente le scelte “artistiche” di Amadeus, ecco il video:

Lascia un commento

Orwell.live vorrebbe inviarti notifiche push per tenerti aggiornato sugli ultimi articoli